logo
We are an amazing agency
The term minimalism is also used to describe a trend in design and architecture where in the subject is reduced to its necessary.
Read More →
Progetto risaia: il riso biologico con i dispositivi biofrequenziati di Biorigenya
43
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-43,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
Custom Field

Lorem ipsum dolor sit amet

Date
Category
Business
About This Project

PROTOCOLLO DI SPERIMENTAZIONE

Sperimentazione di un dispositivo AGRIZOOTEC HUMUS60 presso l’Azienda Agricola Maria di Rovasenda Biandrate, sita nel Comune di Rovasenda presso Cascina Teglio.

La sperimentazione è stata eseguita in una risaia situata nel comune di Rovasenda , v. per Brusnengo, catasto urbano: foglio 14 mappale 230, denominato Suflin Basso.

Il terreno ha una superficie di 4,27 ha e noi insisteremo su una zona di copertura di n. 1 dispositivo AGRZOOTEC (circa 1 ha), per verificare sul campo il diverso comportamento dell’acqua, dei semi, degli infestanti e della produzione in genere.

Verrà seminato riso di tipo Carnaroli, in coltura biologica, con il metodo dell’allagamento diretto.

Attualmente gli unici prodotti di contrasto utilizzati (permessi dalla coltura biologica) sono:

  • Cornunghia (miglioramento naturale del terreno, già sparso)
  • Bacillus Solubilis (Serenade Max) in quantità di 4 kg x ha in 2 riprese, per contrastare il fungo Brusone.

Piante infestanti attualmente presenti, combattute con pacciamatura verde:

Insetti infestanti, combattute con ritardo delll’allagamento per impedire alle larve di riprodursi:

  • Curcuglionide (Lissorhoptrus oryzophilus) vedi allegato
  • Batteriosi ( ceppo Erwinia)
  • Nematodi (avere ceppo)

Si è pensato di concentrarci principalmente nel contrastare il Curcuglionide e il Giavone, valutandone la riduzione fino al 50%, oltre alla valutazione dei miglioramenti del terreno e della qualità dell’acqua.

L’azienda ci ha fornito una serie di relazioni mensili sullo sviluppo del terreno e del prodotto, con una serie di parametri che stabiliti di comune accordo

I risultati sono stati veramente sorprendenti!

Per maggiori informazioni richiedi l’e-book gratuito della intera sperimentazione al link: https://www.ilgiardinoenergetico.it/ilgiardinoenergetico/contatti/